La Fondazione Giorgina Borgiani



Siamo convinti che ogni bambino debba avere il diritto di sviluppare le proprie competenze e le proprie capacità, nel modo più consono al proprio essere, alla propria indole.
Non sempre questo avviene: qualche volta a causa dei ritmi concitati che la società odierna ci impone, ma sempre più frequentemente per la mancanza di informazione e di riferimenti precisi.
Troppo spesso, quando si scopre di avere un problema che coinvolge i nostri bambini non sappiamo a chi rivolgerci.
Le esperienze che un bambino vive nei primi 12-13 anni di vita condizioneranno tutta la sua esistenza, sia a livello personale che sociale. Ogni intervento, che sia di sostegno alle famiglie o terapeutico/riabilitativo per i bambini, offerto in questo percorso di crescita, costituisce un’opportunità unica nel corso di tutta la vita.

Investire oggi in tale ambito significa garantire una società migliore nel futuro.

Non tutti viviamo nello stesso modo: ci sono bambini più scaltri, altri più timidi, bambini non integrati, bambini diversamente abili, famiglie in difficoltà economica, famiglie che dovendo lavorare non riescono a seguire i figli come vorrebbero, famiglie che devono affrontare situazioni di handicap. A tutti loro si rivolge la Fondazione.

La mission della Fondazione Giorgina Borgiani è quindi quella di diventare un punto di riferimento per le famiglie, gli enti, le istituzioni, le scuole e per tutti coloro che si occupano dei bambini in età evolutiva.

Gli Obiettivi

  • Sostenere la ricerca pedagogica quale strumento per la promozione del benessere sociale e la difesa dei diritti dell’infanzia.
  • Promuovere la formazione permanente in ambito educativo attraverso l’istituzione di corsi rivolti a genitori, insegnanti ed operatori dell’ambito sociale e riabilitativo.
  • Promuovere l’attività di ricerca nei settori educativo-formativo, scientifico e sociale.
  • Realizzare istituti, scuole e centri di formazione in Italia e all’estero, al fine di promuovere progetti educativi e programmi didattici, atti a sostenere ed incrementare l’innato desiderio di imparare del bambino in età evolutiva.
  • Favorire un’armoniosa crescita cognitiva e motoria nei bambini,  anche attraverso la promozione e l’istituzione di laboratori e corsi che valorizzino le singole capacità espressive.

La Fondazione Giorgina Borgiani nasce con l’intento di perseguire “L’Educazione, la Formazione e la Tutela dei bambini in età evolutiva”.


Il progetto scuola primaria è un progetto della Fondazione

La Fondazione organizza corsi Feuerstein per tutti coloro che lavorano nell’ambito dell’insegnamento e riabilitativo.

Statuto della FondazioneGiorgina Borgiani

Art. 1) Costituzione, Sede, Fondatori

E’ costituita la FONDAZIONE “GIORGINA BORGIANI”  con sede in Ariccia (RM).

1.2 E’ Fondatore la dott.ssa Raffaella Bocci, nata ad Albano Laziale (RM) il 05/02/1973 e ivi residente in Via Mascagni n°35, Codice Fiscale BCCRFL73B45A132P;

1.3 La Fondazione ha durata illimitata.

Art. 2) Finalità

La Fondazione, che non ha fini di lucro e non distribuisce utili, persegue, secondo gli indirizzi assunti dal Fondatore l’educazione, la formazione e la tutela dei bambini in età evolutiva.

Art. 3) Attività principali

Per il perseguimento delle sue finalità la Fondazione, anche in collaborazione con terzi, provvede a:

  • promuovere il recupero e l’integrazione di bambini in condizioni di disagio e di bambini diversamente abili anche attraverso uno sportello di accoglienza e orientamento per genitori ed operatori dell’età evolutiva;
  • sostenere le famiglie nella scelta del percorso d’istruzione obbligatoria (art. 30, 33 e 34 della Costituzione; D.L.297/94; Circolare Ministeriale (M.I.U.R.) 32 (3.2) del 14/03/2008) in relazione alle personali inclinazioni del singolo bambino, anche mediante l’istituzione e l’assegnazione di premi e/o borse di studio;
  • approfondire, sostenere, promuovere e divulgare le tematiche proposte da Reuven Feuerstein e di altre teorie e/o metodologie pedagogiche fondate sui concetti di modificabilità cognitiva e mediazione. In particolare negli  ambiti: scolastico, familiare, formativo e riabilitativo;
  • realizzare istituti, scuole e centri di formazione in Italia e all’estero, al fine di promuovere progetti educativi e programmi didattici, atti a sostenere ed incrementare l’innato desiderio di imparare del bambino in età evolutiva, attraverso il contributo di un educatore-mediatore;
  • perseguire la ricerca pedagogica quale strumento per la promozione del benessere sociale e la difesa dei diritti dell’infanzia;
  • promuovere la formazione permanente in ambito educativo attraverso l’istituzione di specifici corsi rivolti a genitori, insegnanti ed operatori dell’ambito sociale e riabilitativo;
  • favorire un’armoniosa crescita cognitiva e motoria nei bambini,  anche attraverso la promozione e l’istituzione di laboratori e corsi che valorizzino le singole capacità espressive;
  • promuovere l’attività di ricerca nei settori educativo-formativo, scientifico e sociale.
  • organizzare eventi, conferenze, seminari, convegni, mostre e campagne di informazione/sensibilizzazione relative alle attività istituzionali.

Art. 4) Attività secondarie

Per il perseguimento dei suoi scopi la Fondazione può inoltre:

  • realizzare centri e istituti di ricerca educativo-pedagogica;
  • istituire premi e borse di studio per sensibilizzare su temi sociali legati all’infanzia;
  • realizzare programmi di formazione, aggiornamento e orientamento per gli operatori di tutti i cicli educativi;
  • organizzare mostre, studi, ricerche, iniziative scientifiche, attività produttive didattiche o divulgative, anche in collaborazione con il sistema scolastico ed universitario e con istituzioni culturali e di ricerca italiane e straniere;
  • raccoglie fondi per il perseguimento dei fini istituzionali;
  • organizzare aste, anche per via telematica, in proprio o per conto terzi, aventi scopi di beneficenza e/o solidarietà;
  • svolgere, in via accessoria e strumentale al perseguimento dei fini istituzionali, attività connesse nel settore dell’educazione.